Non categorizzato Visite: 930

TASI, IMU e TARI 2018

tutto quello che c'è da sapere

 

TASI  ANNO 2018

Le principali novità riguardano le disposizioni in materia di TASI contenute nella legge n. 208/2015 con particolare riguardo per esenzione unità immobiliare adibita ad abitazione principale non di lusso.

 

Fattispecie

Aliquota

Aliquota unica

2 X MILLE

 

La quota per l’occupante diverso dal titolare del diritto reale è pari al 10%.

Il versamento della rata d’acconto, di ammontare pari al 50% dell’imposta annua, dovrà essere effettuato entro il 18 giugno 2018.

Il versamento della rata di saldo, dovrà essere effettuato entro il 17 dicembre 2018

 

Codice Comune: C334

RIEPILOGO CODICI TRIBUTO 

Codici tributo per il pagamento della Tasi con il modello F24  

Tipologia immobili 

Codice TASI

Abitazione principale e pertinenze 

3958

Altri Fabbricati

3961

Fabbricati rurali ad uso strumentale

3959

Aree edificabili

3960

 

 

 

 

 

IMU  ANNO 2018

Le principali novità riguardano le disposizioni in materia di IMU contenute nella legge n. 208/2015 con particolare riguardo per:

riduzione 50% per i comodati gratuiti tra genitori-figli(con atto registrato);

Fattispecie

Aliquota/detrazione

Abitazione principale e relative pertinenze (solo categorie A/1, A/8 e A/9)

4 X MILLE

Altri immobili

7,6 X MILLE

Detrazione per abitazione principale

€ 200,00

 

Il versamento della rata d’acconto, di ammontare pari al 50% dell’imposta annua, dovrà essere effettuato entro il 18 giugno 2018.

Il versamento della rata di saldo, dovrà essere effettuato entro il 17 dicembre 2018.

 

Codice Comune: C334

RIEPILOGO CODICI TRIBUTO 
Codici tributo per il pagamento dell'IMU con il modello F24

Tipologia immobili 

Codice IMU

quota Comune

Codice IMU

quota Stato

Abitazione principale (categorie catastali A/1, A/8 e A/9) 

 3912

...

 Terreni agricoli

 3914

...

Aree fabbricabili 

 3916

...

Altri fabbricati (esclusi fabbricati D ) 

 3918 

...

Immobili Gruppo catastale D (Quota Stato corrispondente all’aliquota dello 0,76)

...

3925

Immobili Gruppo catastale D (Quota Comune corrispondente all’aliquota eccedente lo 0,76)

 3930

...

 

 

TARI  ANNO 2018

Il Comune di Castri di Lecce (LE) con Delibera del C.C. nr. 3 del 29/03/2018 ha stabilito per l’anno 2018 il numero delle rate e le scadenze delle rate TARI, come segue:

1^ rata scadenza 31/07/2018 acconto del 25%;

2^ rata scadenza 30/09/2018 acconto del 25%;

3^ rata scadenza 30/11/2018 acconto del 25%;

4^ rata scadenza 28/02/2019 saldo del 25%.

 

 

Non categorizzato Visite: 771

fotografia di giuseppe palumbo del menhir della luceCastri di Lecce registra la presenza antropica sin dall'età del ferro e tale convinzione è sorretta dal fatto che il territorio su cui sorge il paese fu sede di una tarda stazione megalitica, testimoniata dalla presenza, in tempi a noi vicini, di tre menhir, di cui oggi resta il monolite denominato della Luce in quanto allogato affianco alla chiesetta della Madonna della Luce che è sita, a destra, sul lato della strada provinciale che da Lizzanello conduce a Calimera. Il monolite, ormai nell'abitato di Castri di Lecce, fino a qualche decennio fa appariva alla periferia del paese, addossato ad un muretto a secco che recingeva un orto di proprietà Didonfrancesco, orto denominato anch'esso della Madonna della Luce.

La pietra di questo menhir è quella leccese. Presenta in cima un incavo slabrato nel quale dovette essere un tempo innestata una croce. Fu, questa, un'usanza del Cristianesimo alto-medievale che così intendeva sacralizzare antiche costruzioni pagane, quando le risparmiava dalla furia distruttrice. La pietrafitta possiede attualmente le seguenti dimensioni: altezza m. 2.76, facce adiacenti m. 0,30 x m. 0,23. Orientazione della faccia più larga Nord 8° Ovest. Fu fotografata per la prima volta da G. Palumnbo nel 1910.

(fonte: Mario De Marco, Castri di Lecce, Capone Editore, 1985)

(la foto di Giuseppe Palumbo è tratta da "Il Salento di Giuseppe Palumbo (1889-1959) - Chilometri d'amore nell'obiettivo") di lderosa Laudisa, editore: Grifo Cavallino, 2011)

 

Non categorizzato Visite: 723

Portale e balcone del Palazzo ducaleIl Palazzo Ducale di Castri di Lecce è un classico esempio di palazzo salentino del primo Settecento, a due piani, con la facciata principale rettangolare, senza lesene, che lascia risaltare sul muro in conci di pietra leccese a vista, la teoria di finestre scolpite al piano nobile, e lateralmente conclusa da due colonne d'angolo.

Un portale bugnato e ornato di festoni, sovrastato da un balcone i cui modiglioni sono maschere di leoni e putti alati e il fregio ha decorazioni floreali, lo stemma della famiglia Vernazza mentre le balaustre classiche si connettono a gruppi di cinque a colonne scolpite, che agli angoli assumono l'aspetto di maschere burlesche. In corrdispondenza del balcone il primo piano è rientrato in una nicchia arcuata, con lo stemma dei Vernazza e la data incisa, 1724, la cui profondità è resa più importante dalla sporgenza delle due lesene che culminano nei capitelli ionici e reggono la cornice di coronamento molto classica, con i goccialotoi a dado.

maschera burlesca a lato del balcone centrale

Entrando dal portale si trova un atrio coperto a volta in diretta comunicazione sia con la scala che conduce al piano nobile - costituito da una ventina di stanze comunicanti di superificie media di 40 mq., coperte a volta e scarsamente decorate - che con la corte, intorno alla quale, su tre lati, si sviluppa il palazzo, mentre il quarto, occupato da casupole, dava originariamente accesso al giardino.

Il Palazzo sorge sulle rovine di un vecchio castello, inserito in una maglia urbanisticamente definita, in buona parte circondato da abitazioni che rendono talvolta illeggibili i limiti.Le piccole costruzioni ad un solo piano che affacciano sulla corte del palazzo sono state realizzate probabilmente in un periodo successivo.

Il piano nobile ha accesso diretto a sinistra dell'androne attraverso uno scalone e si sviluppa su tutta la superficie edificata.

una finestra del primo pianoQui le finestre, che non corrispondono a nessuna di quelle del piano terra, sono del tipo rinascimentale, senza timpano ma dal fregio decorato con motivi floreali. Il portale d'ingresso che prospetta sulla pubblica via (via Giovanni Vernazza) dalle lesene bugnate affiancate a mezz'altezza da "figure di sirene viste di profilo, dai seni turgidissimi, esattamente come a PIsignano, Castrignano, Ruffano, ..." e dal sovrastante balcone didondante di elementi scultorei come i modiglioni con le maschere zoo e antropomorfe, è decentrato rispetto all'attuale sviluppo della facciata, a causa "del corpo sinistro aggiunto alla seconda metà del '700". Quest'ultimo corpo è arretrato rispetto al resto della facciata, che gli autori fanno avanzare delimitandola con due colonne d'angolo poste al livello del piano nobile, sormontate da capitelli corinzi e contenenti lo stemma dei duchi Vernazza, ripetuto anche sulla porta che dà sul balcone. La facciata primcipale è in conci squadrati di pietra leccese su file di 25 centimetri precisi, a formare un disegno che denota particolare cura dell'insieme e del dettaglio. I

colonna laterale riportante lo stemma della famiglia vernazza

prospetti che danno sulla corte, invece, sono realizzati in conci di tufo, similare alla pietra leccese ma più poroso e meno pregiato, meno adatto ad essere lavorato, tant'è che le finestre del piano nobile che vi si affacciano sono in pietra leccese, identiche a quelle che si trovano a sinistra della facciata principale, sulla parte arretrata.

Sembra che nel XVII secolo esistesse già un castello a Castriguarino ristrutturato e probabilmente ampliato intorno al 1725 dal duca Aniello Vernazza.

 

fonte: Giuseppe INGROSSO "Rilievo architettonico e lettura semantica del palazzo ducale di Castri di Lecce (sec. XVIII)

Non categorizzato Visite: 486

Questo è un articolo prova come pubblisher.

Non sarà categorizzato per non apparire in prima pagina

Allegati:
Scarica questo file (bando_adotta_un_aiuola.pdf)Bando adotta un\'aiuola[ ]356 kB

News-evidenza

In evidenza Visite: 8

Giornata della memoria 2019

In evidenza Visite: 330

Incontro con l'autore Matteo Lezzi - 29 dicembre 2018

In evidenza Visite: 413

BUONE FESTE

News-avvisi

Avvisi Visite: 499

Avviso selezione idonei in graduatorie di merito di altri enti

Avvisi Visite: 566

Allerta meteo del 03 gennaio 2019

Link Utili

  • suap
  • sue
  • medeur
  • pagopa
  • red
  • pagopa
  • cultura crea
  • pin
torna all'inizio del contenuto

Il sito utilizza cookies tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso clicca su Cookies Policy. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookies.